mercoledì 10 ottobre 2018

Pulizia strade: 3 anni dopo il nuovo appalto.


Il Comune nel 2015 ha aggiudicato il servizio di pulizia strade, parcheggi e aree pubbliche al Consorzio Sinergie, fino al 30 settembre 2020 e per oltre 1,5 mln di euro.
La pulizia delle strade è a totale carico dei cittadini, la spesa è infatti inserita nell'avviso di pagamento della tariffa rifiuti (TARI). Quest'anno il costo preventivato nel Piano Finanziario della TARI per la pulizia di strade e parchi è di 333.000€, che se diviso sui giorni dell'anno arriva a più di 900€ al giorno.
Lo stato di scarsa pulizia delle strade è evidente, anche se dal mese di luglio è migliorato in alcune zone del paese.
Abbiamo consultato sul sito del Comune il calendario dello spazzamento strade che, nonostante le nostre richieste alla precedente Giunta, non è mai stato distribuito ai cittadini per favorire un maggior controllo. Mettiamo a disposizione il calendario e ti invitiamo a segnalarci – agli indirizzi email comitatobareggio2013@gmail.com o info@monicagibillini.it – lo stato di pulizia o non pulizia della zona in cui abiti o che frequenti, per aiutarci a fare il punto della situazione dopo 3 anni dall'appalto.

sabato 6 ottobre 2018

Introduzione dell'educazione alla cittadinanza: raccolta firme, domenica 7 ottobre 2018, Piazza Cavour, dalle 9 alle 12


L’iniziativa di legge popolare promossa dall’Associazione Nazionale deiComuni Italiani (ANCI) mira a introdurre l’insegnamento dell’educazione alla cittadinanza come materia con voto autonomo. In sintesi la proposta prevede:
· - l’istituzione dell’insegnamento dell’educazione alla cittadinanza, anche senza modificare il monte ore annuale attraverso la rimodulazione degli orari delle discipline storico-filosofico-giuridiche;
·      - lo studio della Costituzione e delle Istituzioni dello Stato italiano e dell’Unione Europea, elementi di educazione civica, diritti umani, educazione digitale e ambientale, elementi fondamentali di diritto e diritto del lavoro, educazione alla legalità, oltre ai fondamentali principi e valori della società democratica (diritti e doveri, libertà e suoi simili, il senso civico, la giustizia);
·     - affida ai Comuni il compito di promuovere iniziative di integrazione dell’offerta formativa delle scuole, con riguardo alla conoscenza del funzionamento delle Amministrazioni comunali.
Condividiamo la proposta e sosteniamo la raccolta firme. Inoltre, a livello comunale abbiamo proposto il progetto del Consiglio Comunale dei Ragazzi, che la Giunta ha accolto dall’anno scolastico 2019/2020.

mercoledì 12 settembre 2018

Scuola; luci ed ombre dei primi passi della nuova giunta

L’inizio del nuovo anno scolastico coincide quest’anno con l’approvazione dei programmi che impegnano il nuovo Sindaco Colombo e la sua Giunta fino al 2023

Nel Consiglio Comunale di lunedì 10 settembre sono, infatti, stati discussi i progetti di mandato e tra questi anche quelli sulla scuola

Apprezziamo l’inserimento tra i progetti del Consiglio Comunale dei Ragazzi che abbiamo proposto - tramite il nostro Consigliere Comunale, Monica Gibillini – e previsto nel programma elettorale della nostra Lista Civica e non in quello del Sindaco.

Dobbiamo purtroppo evidenziare che la nuova scuola elementare e media di S. Martino, promessa dal Sindaco in campagna elettorale, non è tra gli impegni assunti dalla maggioranza nelle linee programmatiche e nessuna spiegazione a riguardo è stata data, una mancanza piuttosto significativa, considerata la fiducia ottenuta dai cittadini.
Sempre lunedì 10 settembre è stato approvato anche il Piano per il Diritto allo Studio 2018-2019 quasi totalmente esito della passata Legislatura, che registra:

-        una riduzione degli alunni rispetto al precedente anno scolastico, meno 30 iscritti alla scuola dell’infanzia e meno 23 alla primaria;
-        investimenti: sulla scuola primaria di San Martino, oltre 1 milione di euro, per riqualificazione energetica e 47.000€ sui solai; sulle pareti della palestra delle medie di Bareggio, oltre 80.000 euro;
-        una ulteriore agevolazione economica sulla mensa scolastica per la quota fratelli e un incremento del valore Isee di indigenza;
-        la conferma per 80.000€ del contributo comunale per i progetti proposti dalle scuole (74.799€ all’Istituto Perlasca e 5.200€ alla Fracassi) che integrano il programma didattico ministeriale;
-        tra i progetti del Comune il rinnovo del Pedibus e l’educazione alla legalità.

Riguardo, invece, ai contributi del Governo sul “Sistema educativo 0-6 anni” pari 85.590€ per l’anno 2017, abbiamo verificato che finora sono stati parzialmente destinati. In particolare, 12.000€ per il miglioramento del servizio educativo in sede di assestamento di bilancio, altri 11.000€ per l’acquisto di arredi interni per le aule della scuola dell’infanzia di via Gallina e Munari e 4.200€ per un progetto educativo individualizzato per un minore frequentante la scuola Fracassi con il Piano per il Diritto allo Studio. Più della metà delle risorse sono ancora da destinare.

Inoltre, abbiamo colto l’occasione del Consiglio Comunale per trasferire all’Assessore alle Scuole e Istruzione la richiesta che ci hanno rivolto alcuni genitori per conoscere le modalità con cui possono far pranzare i figli a scuola con il panino invece che accedere alla mensa scolastica, vista la recente sentenza con cui il Consiglio di Stato riconosce il diritto dei genitori alla libera scelta alimentare dei figli, in sostanza permettendo il “panino a scuola”. L’Assessore ha riferito che tra qualche settimana incontrerà, insieme al Sindaco, la società che gestisce la mensa (Gemeaz Elior), confidiamo che possa essere affrontato anche questo tema.

Infine, prendiamo atto, purtroppo, che nemmeno quest’anno la scuola è riuscirà ad aderire al bando regionale “A scuola di sport - Lombardia in gioco – V edizione – Educazione Motoria nella Scuola Primaria” per ottenere contributi sull’educazione motoria, speriamo si riesca in un prossimo futuro.